Sabato a Bagnoli Italia-Francia Under 20 di rugby

Sabato 11 gennaio alle ore 15 la Nazionale Italiana Under 20 incontrerà i pari età transalpini in un allenamento congiunto che culminerà in una gara non ufficiale tra le due selezioni. L’evento che si svolgerà presso il Villaggio del Rugby di Bagnoli, chiuderà il primo raduno dell’anno per gli azzurrini in vista dell’imminente Sei Nazioni di categoria.

Sotto la guida del responsabile tecnico Fabio Roselli e del suo assistant coach Andrea Moretti, la selezione italiana Under 20 si è radunata a Roma lo scorso lunedì 7 presso gli impianti del centro di preparazione olimpica “Giulio Onesti” per affrontare un’intensa settimana di lavoro che si chiude appunto nel capoluogo campano con una gara internazionale che rientra tra gli eventi di attività non ufficiale al fine di avvicinarsi nel migliore dei modi all’ormai prossimo Six Nations U20.

La Francia giunge a Napoli da campione del mondo in carica, con il titolo conquistato per un solo punto ai danni dell’Australia nella finalissima mondiale del 22 giugno 2019 a Rosario, in Argentina; mentre l’Italia ha chiuso in nona posizione la competizione iridata sudamericana. Nei prossimi mesi estivi il World Rugby Championship 2020 arriverà in Italia, portando nella Penisola i futuri talenti del mondo rugbistico internazionale.

Si apre nel migliore dei modi l’anno della palla ovale campana dunque, con il primo raduno annuale degli azzurrini organizzato dall’Amatori Napoli Rugby, club che gestisce la struttura di Bagnoli già alla ribalta la scorsa estate per aver ospitato il torneo di Rugby Seven delle Universiadi di Napoli 2019.

Un momento importante per lo staff tecnico della Under 20 italiana, e nel contempo un’opportunità di crescita e partecipazione per il movimento locale” – commenta Fabrizio Senatore, presidente del comitato campano – “In regione si lavora alacremente con tutte le Società per valorizzare i giovani rugbisti con l’intento che prossimamente possano vivere esperienze come questa, da protagonisti, indossando la maglia Azzurra”.