Il Napoli di Coppa vola con Mertens e Higuain

Azzurri scatenati nel secondo tempo. Premiate le scelte di formazione di Sarri

È un super Napoli anche in Europa League. La squadra di Sarri, rinnovata per sette undicesimi dall’allenatore, rispetto alla gara vinta contro la Juventus, s’impone con un netto 2-0 sul campo del Legia Varsavia e ipoteca il passaggio alla fase successiva della competizione. Ha avuto ragione l’allenatore, dunque, a scegliere di far riposare alcuni dei titolarissimi, a vantaggio di chi fino ad oggi ha trovato meno spazio in formazione. Gabbiadini su tutti. Il risultato finale va anche molto stretto al Napoli che, specialmente nel secondo tempo, avrebbe potuto segnare almeno altri tre gol, se non fosse stata per la bravura del portiere avversario, strepitoso su Allan e Gabbiadini e sulla poca lucidità dello stesso brasiliano, che ha sbagliato un gol fatto a tu per tu con l’estremo difensore. Gli azzurri hanno giocato un primo tempo sotto ritmo, controllando a proprio piacimento la partita e non subendo in sostanza mai nessun tiro in porta dal Legia, fatta eccezione per qualche velleitario tiro dalla distanza su cui si è ben disimpegnato Gabriel. Nella ripresa la musica è cambiata. Mertens, su assist di Callejon ha aperto le danze, poi ci ha pensato Higuain, entrato nel finale, con una perla degna di essere annoverata come uno dei gol più belli realizzati dall’argentino in maglia azzurra. Smentiti quindi i pessimisti, che non mancano mai, già pronti ad attaccare Sarri per le scelte di formazione, qualora fossero andate male le cose. L’impegno di domenica sera con il Milan, invece, imponeva scelte importanti e far riposare i vari Reina, Jorginho, Higuain e Albiol, Insigne e Hamsik a parte, è stato saggio. La differenza con il turnover mazzarriano, va detto ai soliti pifferai magici pronti a criticare, è che a disposizione di Sarri ci sono alternative vere e di qualità, Valdifiori ad esempio. Parlare quindi di seconde scelte sarebbe sbagliato e scorretto. Ora sotto con il Milan…

Marco Martone