Settimana della Prevenzione, al via visite mediche in piazza del Plebiscito

“La Campania è già attiva su Horizon 2020 e con due progetti pilota siamo già riusciti a intercettare i prii finanziamento assegnati come ‘coda’ dei Fondi 2007-2013”. Così Maddalena Illario, esperta di Fondi Europei dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II spiega nella terza giornata del convegno “Alfa Omega”, organizzato da Annamaria Colao a Corso a Città della Scienza, i primi passi della Campania per cogliere le opportunità di finanziamento offerti dal nuovo Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione della Commissione Europea.

“La Campania – spiega Illario – è fortemente rappresentata all’interno dei partenariati europei, in questa prima fase in particolare nei programmi per l’invecchiamento sano e attivo. I soggetti che si sono già attivati sono 32 in tutta Europa, di cui quattro regioni italiane e noi siamo gli unici del centrosud”. I primi due progetti sono già partiti: si tratta di Beyond Silos, che ha intercettato un primo finanziamento da 300.000 euro per la smart care e le tecnologie informatiche a sostegno dell’assistenza domiciliare, e di Perssilaa (acronimo per Servizi Itc Personalizzati per l’indipendenza e l’invecchiamento attivo). “In particolare quest’ultimo – spiega Illario – prevede uno screening della popolazione anziana che vive a casa propria, per scoprire in tempo condizioni di pre-fragilità e poi coinvolgere gli anziani in interventi di attività fisica e giusta alimentazione”. Il progetto, sviluppato in partenariato con l’Olanda, si è sviluppato attraverso le comunità parrocchiali in Campania e vede già 150 anziani che hanno ricevuto lo screening e sono stati inseriti nel programma a Napoli ed Ercolano.

“L’obiettivo – conclude Illario – è di contribuire alla possiilità degli anziani di vivere la vecchiaia in maniera autonoma, aiutandoli anche a superare il gap tecnoclogico per usare i servizi di rete”. Tra gli altri progetti in via di sviluppo spicca Sympathy, un progetto sviluppato dalla Scozia e finalizzato a migliorare negli anziani la gestione delle politerapie.

Intanto domani mattina, alle 10, si conclude il convegno Alfa Omega a Città della Scienza con un importante Focus su “Ambiente, salute e benessere”, realizzato in collaborazione con Medicina Futura e moderato da Annamaria Colao e Luisa Franzese. Nel pomeriggio, la Settimana della Prevenzione si sposta in Piazza del Plebiscito cin il taglio del nastro dell’ospedale da campo per le visite gratuite organizzate dal Campus 3 S. La presidente del Campus salute Annamaria Colao e il presidente di Sportform, Tommaso Mandato, insieme a tanti testimonial, apriranno il campo che prevede oltre venticinque specialistiche con circa trecento medici che si alterneranno nelle visite alla popolazione. Grande sinergia tra medicina pubblica e medicina privata convenzionata per offrire un servizio importante alla cittadinanza che negli scorsi anni ha raggiunto oltre sei mila persone. Il Campus 3 S è, però, non solo salute ma anche sport e solidarietà con tante opportunità per grandi e piccini per trascorrere una giornata di divertimento e salute in piazza. Dalla stessa Piazza del Plebiscito, domenica alle 9.30 partirà la Prevention Race, la maratona che conclude la Settimana della Prevenzione.