Stabilizzati 80 precari e scongiurata la chiusura del centro di Vibonati

SALERNO – “Gli impegni assunti si traducono in realtà. Solo a fine luglio ho dato un forte impulso agli uffici della struttura commissariale di procedere senza indugi ad attivare le procedure dirette alla stabilizzazione dei precari e già sono operativi atti amministrativi delle aziende sanitarie che hanno proceduto nella direzione auspicata. Le prime le due aziende salernitane, il Ruggi e l’ASL di Salerno, hanno pubblicato le delibere di stabilizzazione per 80 precari, tra dirigenti sanitari e personale di comparto, che vedono finalmente realizzato il loro sacrosanto diritto ad essere inquadrati a tempo indeterminato”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Vincenzo De Luca, commentando la stabilizzazione di 80 precari nel comparto sanità.

“In poco più di due mesi si è realizzato quanto la norma di settore consente di attuare nell’arco di un quadriennio, ovvero sino al dicembre 2018. Ma registro anche che l’attenzione all’offerta sanitaria del territorio procede con altrettanta celerità. L’esempio è offerto dall’aver scongiurato la paventata chiusura del centro Juventus di Vibonati, che avrebbe privato un vasto territorio delle prestazioni di riabilitazione e dal potenziamento delle funzioni del presidio di Agropoli dove è già operativo un punto prelievo e si sta attivando un servizio di radiologia” ha concluso il presidente De Luca.