Arte contempornaea, Smartup Optima raddoppia!

Dopo il grande successo dello scorso anno, parte la seconda edizione di Smartup Optima, il Premio di arte contemporanea promosso da Optima Italia S.p.A. multiutility italiana leader nella vendita di servizi integrati nei settori dell’energia e delle telecomunicazioni.

Nato con l’obiettivo di promuovere l’arte e sostenere gli artisti under 40 Smartup Optima, già al suo debutto, ha ottenuto un significativo riscontro in termini di partecipazione e visibilità: oltre 600 opere presentate in soli 59 giorni di bando. Numeri che confermano l’importanza di investire nell’arte e allo stesso modo l’idea primaria di Optima Italia di supportare le giovani leve e premiarne genio e talento. Su tale presupposti e con lo stesso spirito di sfida, parte questa seconda edizione con la convinzione che l’arte possa e debba essere alla portata di tutti.

L’obiettivo è renderla pertanto accessibile grazie a formule vincenti e semplificate prima fra tutte la partecipazione gratuita al Premio. Si conferma la struttura dello scorso anno, oltre al concorso, il progetto prevede infatti la realizzazione di un catalogo e di una mostra dedicata alle opere selezionate allestita nel quartier generale di Optima Italia.

conemag

(La conferenza stampa)

“Tutto-in-uno” è il tema di quest’anno attorno al quale i partecipanti, artisti italiani e stranieri, saranno chiamati a riflettere attenendosi principalmente al messaggio aziendale di Optima Italia. L’intento è raccontare lo spirito dei nostri tempi, la velocità d’azione e di comunicazione, la capacità delle icone e dei simboli, storici e contemporanei, di rappresentare mondi e significati diversi attraverso un’unica immagine.

Il concetto sintetizza lo spirito del brand Optima, un’azienda solida, dinamica, che fonda il suo straordinario successo sulla forza del gruppo con l’obiettivo di migliorare e semplificare la vita di tutti, allo stesso modo rappresenta un’opportunità per i partecipanti di spaziare concettualmente e formalmente avanzando proposte eclettiche, di ricerca e sperimentazione.
L’ampio tema infatti consente agli artisti di presentare il proprio lavoro a partire dalla contemporaneità, dalla storia, dalla filosofia, dalla natura, dalla memoria personale e collettiva o dall’identità, in modo libero e immediato attingendo a tutti i linguaggi propri dell’espressione visiva: pittura, scultura,

Le opere presentate saranno valutate da una giuria tecnica composta dalla curatrice del Premio Chiara Pirozzi, insieme a Ludovico Pratesi, Critico d’arte e Direttore della Fondazione Pescheria Centro Arti visive di Pesaro; Massimiliano Tonelli, Direttore di Artribune; Angelandreina Rorro, Curatrice d’arte contemporanea della Galleria d’Arte Moderna di Roma; Angel Moya Garcia, Co-Direttore per le Arti Visive della Tenuta dello Scompiglio di Lucca; Paola Traettino, Supervisor Brand e Comunicazione Optima Italia S.p.A. e Ilaria Caruso, Responsabile Marketing e Comunicazione Arakne Communication S.r.l. che assegneranno un unico premio in denaro del valore di € 5.000,00.

Importante novità di quest’anno è l’introduzione di un secondo premio intitolato Fondazione Bevilacqua La Masa, conferito direttamente da Stefano Coletto, Curatore dell’Istituzione del Comune di Venezia, che consisterà in una residenza di 15 giorni presso gli spazi della Fondazione. L’artista avrà a disposizione uno studio dove lavorare e in più parteciperà a incontri, presentazioni e studio visit insieme agli altri artisti in residenza presso la stessa Fondazione Bevilacqua. Il vincitore sarà selezionato tra tutti i candidati.

Confermato il premio Visibilità da assegnare all’artista che avrà ricevuto maggiori consensi da parte della giuria “popolare” che attraverso il web potrà esprimere la propria preferenza, le votazioni si apriranno il 13 ottobre e chiuderanno il 13 dicembre 2015.